Dintorni

Roma, città millenaria, offre ad ogni angolo preziose testimonianze del suo passato. Il Pantheon Inn di Roma si trova nel rione Pigna, dove in epoca romana si estendeva la Villa Pubblica, luogo destinato ad operazioni quali il censimento, la leva e le grandi pompe per il ricevimento degli ambasciatori. Nel Medievo questo rione, a differenza degli altri nella città, rimase abitato e favorì la conservazione dell’impianto urbanistico fino alla risistemazione viaria attuata tra il XVI e XVII secolo che donò alla zona l’aspetto che vediamo attualmente.

La struttura del Pantheon Inn di Roma risale al 1681 e il palazzo in Via di S. Caterina da Siena, patrona d’Italia, è ampiamente noto per aver dato residenza ad uno dei padri del Risorgimento: Giuseppe Garibaldi.

L’incantevole Piazza della Minerva, con il celebre elefantino di Bernini, Piazza della Rotonda e il Pantheon, Largo Argentina, il quartiere dell’antico ghetto ebraico, Piazza Navona e Campo de’ Fiori sono solo alcune delle mete turistiche raggiungibili in pochi minuti a piedi.

Pantheon

Primo esempio romano di edificio pagano trasposto al culto Cristiano, il Pantheon nasce come tempio dedicato a tutti gli dei per poi diventare basilica e modello di architettura monumentale romana.
Dal Rinascimento in poi vennero costruiti all’interno monumenti funerari di artisti celebri fino a quelle dei re d’Italia Vittorio Emanuele II, Umberto I e della regina Margherita.

 

Walking distance

Piazza Navona

Anticamente la piazza era uno stadio per le gare di atletica e poteva ospitare più di 30.000 spettatori.
Oggi è l’orgoglio della Roma barocca, massima espressione di artisti come Gian Lorenzo Bernini, Francesco Borromini, Pietro da Cortona e Girolamo Rainaldi. La piazza ospita un mercato che ha assunto nel tempo un valore tradizionale: importanti sono le ricorrenze nel periodo natalizio, tra le quali la scenografica festa dell’Epifania, con l’arrivo della “Befana” di Piazza Navona, uno dei momenti più sentiti dai romani.

 

Walking distance

Via del Corso

Lunga 1,6 km, la via dello shopping più esclusiva del centro storico collega Piazza del Popolo a Piazza Venezia. Essa deve il suo nome alle celebri corse del Carnevale romano e dei barberi, che si svolsero lungo la via fino al 1883.

 

Walking distance

Mausoleo di Augusto

Il monumento funerario di Ottaviano Augusto, che sorge nella zona di Campo Marzio, deve la sua forma circolare alla tomba di Alessandro Magno, presa come modello dall’imperatore romano che iniziò la costruzione nel 29 a.C.

 

Walking distance

Ara Pacis

Edificato nel 9 a.C. e dedicato da Augusto alla Pace, questo altare sorge nella zona di Campo Marzio, un tempo area consacrata alle vittorie. Oggi è un complesso museale la cui struttura esterna di Richard Meier è il primo esempio di nuova architettura nel cuore di Roma dal dopoguerra.

 

Walking distance

Castel Sant’Angelo

Sepolcro, carcere, dimora rinascimentale e prigione risorgimentale: Castel Sant’Angelo è il monumento a Roma che più di tutti ha accompagnato la città nel suo sviluppo e nelle sue innumerevoli vicende storiche.

 

Walking distance

Colosseo

Simbolo della Capitale, il Colosseo deve il suo nome all’enorme statua di Nerone che un tempo era posta nelle vicinanze. Voluto da Vespasiano e terminato nell’80 d.C. da Tito, esso fu teatro fino al VI d.C. dei giochi gladiatori, in grado di ospitare più di 50.000 spettatori. Nel 2007 è stato inserito tra le Sette meraviglie del mondo moderno.

 

Walking distance

Fontana di Trevi

Realizzata da dieci scultori e terminata nel 1762, la Fontana di Trevi è sicuramente una delle più famose e scenografiche al mondo. Essa è il simbolo della Roma papale, meta indiscussa dei turisti affascinati dalla curiosa leggenda secondo cui chi getta una moneta nell’acqua con le spalle rivolte al monumento si assicura un futuro ritorno nella Città Eterna.

 

Walking distance

Trinità dei Monti
& Piazza di Spagna

In cima ad una delle scalinate più famose al mondo la Chiesa della Santissima Trinità dei Monti del XVI secolo è ben visibile dalle zone limitrofe per i suoi due campanili simmetrici e per l’Obelisco Sallustiano. Imperdibile la celebre infiorata, quando le azalee vengono poste lungo tutta la scalinata, una tradizione che si rinnova e arricchisce ogni anno nel mese di maggio.

 

Walking distance

Via Veneto

Resa celebre dal regista Federico Fellini come teatro della sua “Dolce Vita” questa via è il cuore della Roma raffinata ed elegante, la preferita da artisti, scrittori e attori tra gli anni cinquanta e sessanta. Molti ancora oggi gli eventi legati al mondo dell’arte e del cinema che si svolgono all’interno degli alberghi più prestigiosi.
 

Walking distance

FacebookGoogle Plus